Go to the english web site
Promosedia Salone Internazionale della sedia - ritorna all'home page
Logo promosedia
Logo Promosedia 2008
Organizzato da:
Logo Udine Fiere - Udine e Gorizia Fiere Spa
Logo Promosedia SpA
In collaborazione con:
Logo Camera di Commercio di Udine
Logo Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Logo Provincia di Udine
Logo Comune di Udine
Logo Banca Credito Cooperativo di Manzano
Dati Salone
Dati Salone 2007
Promosedia2007– Salone Internazionale della Sedia
Una fiera ad alto valore specifico

Si è chiuso con buoni risultati il PROMOSEDIA2007 – Salone Internazionale della Sedia (8-11 settembre 2007). È stata senza dubbio un’edizione interessante per qualità espositiva, per il numero di proficui contatti dichiarati dalle aziende, per il grado di soddisfazione generale che tutti, espositori ed operatori, hanno espresso. Risultati che confermano ancora una volta il ruolo internazionale della manifestazione ed il valore specifico attribuitole dagli operatori del settore rispetto ad altre manifestazioni dell’arredo.

Fiera superspecialistica che rimane, a distanza di anni, sempre l’unica al mondo per gamma e profondità tipologica di sedute esposte, il Salone si è distinto ancora una volta per l’elevato grado di internazionalizzazione della domanda: ben 65 i paesi rappresentati, con un consolidamento del flusso di operatori provenienti dai mercati europei ed in particolare da Belgio, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Svezia, Svizzera, Germania, Austria, Grecia, Slovenia e Spagna – a riprova di come l’apprezzamento dell’euro determini una generale intensificazione dei rapporti con i paesi membri della Ue - ma anche con l’affacciarsi di paesi che costituiscono nuove frontiere commerciali dalle grandi potenzialità quali ad esempio l’India e gli Emirati Arabi.
E analizzando nel dettaglio il dato operatori, rispetto al 2006 questa trentunesima edizione ha registrato una crescita nel flusso di contractor, interior designer, retailers, distributor e wholesalers e confermato il numero di buyer, architetti e designer che hanno visitato la manifestazione.

A qualificare il PROMOSEDIA2007 – Salone Internazionale della Sedia ha contribuito ovviamente la competenza e la qualità espositiva proposta da aziende italiane ed estere specializzate nella produzione di sedie per il settore contract, residenziale, ufficio, congressuale, terza età, infanzia…, nei più diversi materiali e con una vastissima gamma di finiture. Un’offerta completata da tavoli, tavolini, elementi a giorno e complementi d’arredo abbinabili, per creare così arredi omogenei per le zone living della casa ma anche per molteplici situazioni contract.

La kermesse udinese – frutto di una ancor più stretta collaborazione tra Promosedia ed Udine e Gorizia Fiere SpA, società fieristica che quest’anno ha avuto un ruolo primario per alcune funzioni organizzative con particolare riguardo alla gestione degli espositori - ha vissuto quattro giorni fitti di incontri e trattative, un successo senza dubbio decretato da una fase economica più dinamica rispetto alle stagioni precedenti ma anche dovuto ad una caratteristica peculiare di questa manifestazione, ovvero alla sua modalità di fiera “a confronto diretto” che lascia ai suoi visitatori il tempo di approfondire i dettagli tecnici così come le caratteristiche di innovazione e qualità di ogni modello esposto, di instaurare un dialogo immediato con le aziende espositrici, di cogliere le opportunità che difficilmente altre fiere, più vaste ma proprio per questo più frenetiche, lasciano il tempo di valutare.

Risultati lusinghieri si sono anche ottenuti presso lo speciale Meeting Point istituito in collaborazione con la CCIAA di Udine per favorire un incontro diretto tra domanda ed offerta. Vi si sono svolti centinaia di appuntamenti mirati che hanno portato a concrete relazioni d’affari e dunque sottolineato la reale capacità della manifestazione di soddisfare le aspettative degli operatori internazionali, di farsi interprete delle diversificate necessità di un mercato mondiale eterogeneo ed esigente.

La crescita qualitativa della produzione esposta, vasta ed espressione di grande know-how, di profonda conoscenza dei materiali e di un’attenta cura ai dettagli, è stata oltremodo apprezzata dalla numerosa stampa italiana ed internazionale (oltre un centinaio i giornalisti in rappresentanza di altrettante testate specializzate di 25 diversi paesi, dal Nord America all’Africa, dal Medio Oriente all’Australia e naturalmente dall’Europa) che ha seguito con gran interesse anche il percorso culturale che ha tradizionalmente affiancato la manifestazione commerciale.

Molti sono stati infatti gli appuntamenti a calendario. Tra questi, un ruolo di rilievo è spettato, come ogni anno, al premio, fortemente ambito dalle aziende espositrici, che valorizza la migliore produzione proposta: il TOP TEN. Il premio è un riconoscimento alle aziende espositrici e con esse ai progettisti che investono in innovazione e tecnologia e che fanno della qualità del prodotto la propria parola d’ordine. Selezionati da una prestigiosa giuria internazionale (composta da Paolo FAVARETTO, Designer FAVARETTO&PARTNERS; Franco MIRENZI, Direttore della testata OFARCH; Paul MCGILLICK, Caporedattore della testata INDESIGN, Australia; Patrizia MOROSO, Direttore Artistico MOROSO SpA; Sergio PARONI, Responsabile Relazioni Esterne BANCA DI CIVIDALE SpA; Enrico PIROVANO, Presidente FEDERMOBILI ) che ha rilevato – tra tutti i modelli partecipanti al premio - una apprezzata tendenza alla rivalutazione del legno, i dieci modelli al top del Promosedia2007 – Salone Internazionale della Sedia erano esposti in mostra al padiglione 6 e sono stati oggetti di particolare attenzione da parte di giornalisti specializzati, designer e architetti convenuti in fiera. E’ spettato a loro infatti il compito di eleggere fra questi i due modelli più interessanti del Top Ten: La Sedia dell’Anno Contract” e “La Sedia dell’Anno Residential”, rispettivamente il modello POD di CALLIGARIS SpA, disegnata da Lucci&Orlandini design e SIGN, disegnata da Daniele Lo Scalzo Moscheri per PEDRALI LAB Srl.

Un intero padiglione accoglieva invece la mostra dedicata al giovane design, frutto del Concorso PROMOSEDIA INTERNATIONAL DESIGN COMPETITION Caiazza Memorial Challenge. Ospitava i prototipi della Sezione ad Invito curata da Marco Romanelli, quest’anno coadiuvato nella scelta dei giovani designer da Ronan & Erwan Bouroullec e da Fabio Novembre. La mostra ha visto protagonisti Benjamin Graindorge (Francia), con la sedia DRESS; Perrine Vigneron (Francia), con la sedia ONE-HUNDRED PIECES CHAIR; Julia Lohmann (Germania), con la sedia SAMMLER; Luca Nichetto (Italia), con la sedia TAKAE; Mikko Laakkonen (Finlandia), con la sedia ENO e Daniele Lupo&Angelika Burtscher (rispettivamente italiano ed austriaca), con la sedia JIMMY. L’esposizione presentava, accanto al modello ideato per Promosedia, prodotti realizzati da ogni singolo designer per aziende internazionali del furniture design così come interessanti prototipi di nuovi progetti.

Accanto a loro hanno ovviamente trovato posto anche i prototipi dei vincitori della Sezione Pubblica del concorso che quest’anno aveva raccolto oltre 300 progetti da tutto il mondo: Julian Appelius (Germania), vincitore del Primo Premio con la seduta PINOCCHIO, Jacopo M. Giagnoni (Italia), vincitore della Menzione d’Onore per il progetto LISA; il gruppo tailandese o-d-a (object design alliance), composto da Piti Amraranga e Jutamas Buranajade, anche loro vincitori di una Menzione d’Onore per il progetto NRML ed infine Silvia Manelli (Italia), Menzione Speciale per il progetto TWINS.
La Giuria della Sezione Pubblica 2007 era composta da: Alba Cappellieri, docente di Storia dell’Architettura e del Design al Politecnico di Milano; Cristina Morozzi, giornalista; Luisa Bocchietto, designer e Presidente dell’ADI Piemonte e Valle d’Aosta; Alexander Kuckuk, giornalista della testata tedesca MD; Alberto Pratelli, Presidente dell’ADI - Friuli Venezia Giulia; Marco Romanelli, designer e critico; Franco Buttazzoni, Presidente Promosedia (in carica alla data della riunione della Giuria).

Con l’area espositiva FANCY FOOD, invece, la manifestazione ha messo a disposizione dei suoi ospiti dei luoghi di sosta, delle piccole aree di gusto con l’obiettivo di suggerire agli operatori quattro CONCEPT, quattro possibili diverse ambientazioni per il contract della ristorazione che univano al piacere del degustare il piacere di vivere luoghi con arredi accoglienti e di tendenza. Disegnati da Marco Viola, gli spazi di Fancy Food rappresentavano quattro locali declinati al gusto della dolcezza (Coffee&Sweets), del salato (Happy Ham), della leggerezza (Light Flavours) e dell’ebbrezza (Beer For Ever).

Una speciale Talks Square, infine, ha costituito il fulcro culturale del Salone, location di incontri dedicati al design, alla formazione manageriale, all’approfondimento sui gusti e le aspettative di mercati sempre più sensibili al Made in Italy. Qui si sono susseguiti il Design Talk ESSERE GIOVANI DESIGNER OGGI condotto da Marco Romanelli con la partecipazione dei designer Luisa Bocchietto, Fabio Novembre ed i giovani del PROMOSEDIA INTERNATIONAL DESIGN COMPETITION 2007; il Management Talk INNOVATING THROUGH DESIGN AND MANAGEMENT, incontro con il Prof. Vittorio Chiesa, docente di «Strategia e Organizzazione della Ricerca e Sviluppo» e di «Economia ed Organizzazione Aziendale» al Politecnico di Milano; il New Markets Talk INDIA’s TIME, che ha visto protagoniste il Segretario Generale dell’Indian Institute of Design di Delhi Mrs Lipika Sud e la giornalista indiana Vidula Barton, intervistate da Pietro Ferrari, direttore Responsabile della testata L’Industria del Mobile.

La Talk Square ha fatto da palcoscenico anche alla PECHA KUCHA NIGHT, una speciale serata dedicata alla creatività internazionale ed alla contaminazione tra diverse specificità e settori creativi. Ne sono stati protagonisti i giovani talenti della Sezione ad Invito del Promosedia International Design Competition accanto a Special Guest italiani quali Fabio Novembre, Marco Romanelli, Luisa Bocchietto e ad altri giovani talenti creativi, tra cui Dekleva e Gregoric Arhitekti di Ljubljana; Ulla Hell di Plasma, studio di architettura con sede a Bolzano e Londra; il filmaker italiano Lorenzo Bassano; Rok Oman e Spela Videknik per OFIS Arhitekti di Ljubljana; Janne Kyttanen di Freedom of Creation, studio di design con sede ad Amsterdam.


Settembre 2007

© Copyright Promosedia SpA 2006 - Tutti i diritti riservati - P.Iva 00802350306 - Privacy - Smart Tour
© project Web Industry & emporio ADV